Doppio taglio del nastro domenica 11 dicembre per il presidente Ugo Rossi ai piedi delle Pale: al bacino artificiale di Ces e al nuovo Hotel Langes della famiglia Ghezzi, nel centro della nota località turistica

A San Martino di Castrozza, il presidente della Giunta provinciale di Trento Ugo Rossi, accompagnato dall'assessore Michele Dallapiccola ha ufficialmente tagliato il nastro del nuovo bacino artificiale realizzato nella skiarea di Ces.

Erano presenti tra gli altri, all'importante appuntamento, il presidente della Comunità di Primiero, Roberto Pradel, i sindaci del territorio, la presidente Apt, Paola Toffol, Trentino Sviluppo con il vice presidente Fulvio Rigotti e molti operatori, impiantisti, tecnici e imprenditori. Si tratta di una vera e propria iniezione di fiducia per il comparto impiantistico locale, che proprio in questi giorni ha avviato la stagione invernale.

“C'è la conferma di un impegno che la Provincia ha preso - ha confermato il presidente della Giunta provinciale, Ugo Rossi - grazie anche all'operato di chi localmente vuole investire e credere nella località. Quello di oggi è un punto di partenza con un nuovo impianto di innevamento e il bacino artificiale per dimostrare che le risorse destinate – più di 15 milioni di euro – le vogliamo spendere per rilanciare San Martino di Castrozza, con lo sguardo rivolto a passo Rolle. Dobbiamo proseguire l'anno prossimo con il rifacimento degli impianti di questa zona sciistica che porteranno poi la possibilità di individuare il collegamento con il passo. Noi ci crediamo – ha confermato il presidente Rossi – penso però che nei prossimi mesi sia importante sedersi attorno ad un tavolo per cercare di trovare l'unione di intenti per quanto riguarda anche gli assetti societari da parte di tutti gli interessati, con gli operatori locali, per spendere al meglio le risorse in campo e farle quindi fruttare. Lo dobbiamo ad una località stupenda delle Alpi e ad una popolazione che vuole ritrovare fiducia anche in tempi di crisi. Noi ci crediamo e pensiamo che questo sarà sicuramente possibile”.

“Finalmente dalle parole ai fatti – conferma anche l'assessore provinciale Michele Dallapiccola - grazie all'aiuto di molte persone e di molti imprenditori locali. Siamo stati anche a passo Rolle dove in seguito ad un incontro con il presidente Rossi ed alcuni operatori, abbiamo raccolto interesse e disponibilità ad un ragionamento comune e ad un investimento che si affianca a quello provinciale con un territorio che si sente protagonista. Dobbiamo affinare ancora alcuni passaggi, ma sono fiducioso per l'apertura degli impianti di Rolle entro Natale”.

E' stata una giornata importante per l'intero territorio – ha evidenziato anche il presidente della Comunità di Primiero, Roberto Pradel. “Sono soddisfatto perchè personalmente mi sono speso molto per questo progetto. Il presidente Rossi ci ha garantito le risorse per la realizzazione della nuova telecabina verso la 'Val Boneta' con l'impegno di sistema per realizzare poi il collegamento con Rolle. Lavoreremo con tutti gli amministratori perchè entro il 2020 si possa rilanciare l'intero comparto con una innovativa mobilità invernale ed estiva che valorizza un ambiente unico”.

Soddisfazione per l'importante risultato raggiunto è stata espressa anche dal Sindaco del Comune di Primiero San Martino di Castrozza, Daniele Depaoli, il quale sottolinea che su passo Rolle ci saranno a breve altre importanti novità per il suo rilancio. Sulla stessa linea anche gli altri amministratori locali e la presidente Apt, Paola Toffol che evidenzia: “E' questo un momento importante che ci permette di guardare con ottimismo alla stagione invernale che si prospetta con numeri positivi e per pensare in ottica positiva al futuro”.

Il presidente della società Partecipazioni Territoriali, Denni Bettega esprime grande soddisfazione per la conclusione dei lavori con la realizzazione del bacino di innevamento artificiale. “Il cantiere era stato aperto ad agosto – spiega Bettega – e i lavori si sono conclusi in questi giorni, con i cannoni già entrati in funzione che hanno permesso l'apertura delle prime piste. Purtroppo però, le temperature di queste ore non ci aiutano. Per i prossimi mesi abbiamo già sul tavolo la sostituzione delle seggiovie presenti nella skiarea malga Ces con un unico impianto cabinovia, così come previsto dal protocollo d'intesa e successivamente il rinnovo complessivo degli impianti che riguarderanno anche il collegamento con Rolle, come previsto. Oltre 100 addetti di imprese artigiane hanno operato in questo cantiere e posato reti di innevamento per una lunghezza superiore ai 10 chilometri, con sostituzione di tutti gli impianti e realizzazione di innovative sale pompaggio, per un investimento complessivo superiore ai 7 milioni di euro”.

Articolo pubblicato il 11/12/2016 , ultima modifica il 12/12/2016