Vai al contenuto della pagina
Eventi:
Apr
22
23

Eventi di Mercoledì 23 Aprile 2014

24
25
26
27
28
29
30
Mag
01
02
03
04
05
06
07
08
    Calendario »

Cosa sono leReti

È uno strumento istituzionale di attivazione, supporto, connessione e dialogo tra Cittadini, Associazioni e Istituzioni

Con deliberazione giuntale n.107, dd. 11.12.2007, il Comprensorio aveva approvato il progetto ”Reti per la coesione sociale al servizio del cittadino e della comunità”.

Per dare visibilità e concretizzazione a questo strumento, l’Amministrazione aveva aperto uno spazio, denominato “centro leReti” in cui attivare un nuovo di approccio di lettura multidimensionale dei fenomeni  e di progettazione in rete di iniziative intersettoriali, con la finalità di supportare attività innovative in ambito preventivo, orientate a migliorare la qualità della vita, a promuovere sicurezza, vivibilità e  cittadinanza attiva.

Nel corso degli anni sono state avviate numerose iniziative, sempre su proposta e richiesta degli Attori territoriali, alcune  non hanno avuto successo,  altre stanno evolvendo e rafforzando modalità innovative di partecipazione, cittadinanza attiva e organizzazione delle risorse. 

Nel  2013 l’Amministrazione intende stabilizzare e potenziare “leReti” quale strumento  importante per promuovere la cultura del lavoro di rete , per   fare sistema e gradualmente dare attuazione ai principi della Riforma Istituzionale, raccordando le azioni politiche e programmatiche  dell’Ente e ripensando all’organizzazione delle risorse,  per lavorare sempre più con criteri di efficienza ed efficacia rispetto alle esigenze del territorio.

Finalità generali:

  • Promuovere sinergie  tra   risorse, realtà associative, cittadino, famiglia e istituzioni;
  • Favorire l’ascolto dei cittadini.
  • promuovere responsabilizzazione  e coesione sociale;
  • promuovere una lettura multidisciplinare dei bisogni, anche con la diretta partecipazione dei portatori di interesse;
  • facilitare l’integrazione delle risorse operanti sul territorio valorizzando  e promuovendo benessere e sicurezza sul territorio;
  • promuovere  un cambiamento a livello culturale, per  ripensare e pianificare con la partecipazione dei cittadini  all’attuale  modello organizzativo dei servizi al cittadino;
  • qualificare il territorio quale contesto in grado di offrire servizi all’avanguardia, incentivi e interventi qualitativamente e quantitativamente rispondenti alle esigenze e alle aspettative  dei cittadini , siano essi residenti o ospiti
  • coinvolgere le organizzazioni pubbliche e private che agiscono per individuare strategie condivise per ampliare i servizi offerti creando benessere familiare, coesione e capitale sociale.

Obiettivi specifici individuati per il 2013

1.  Promuovere  qualità di vita, vivibilità, sicurezza  e sviluppo sostenibile

  • Progetto “Territorio in rete” per costruire strumenti/canali efficaci  di comunicazione  tra cittadino, associazionismo, istituzioni  e Amministrazioni e facilitare l’integrazione tra i diversi Soggetti operanti sul territorio
  • Rete  “comunità inter@attiva” per realizzare iniziative in rete con la finalità di promuovere la cultura della legalità e stili di vita sani,  in stretta collaborazione con il Corpo di Polizia locale e le altre realtà operative  che, in un’ottica di cittadinanza attiva, intenderanno attivarsi in rete per migliorare la qualità di vita e la vivibilità sul territorio,  tra cui percorsi di legalità e il progetto “scommesse impertinenti”.
  • Progetto  “Le declinazioni dell’accoglienza” per promuovere  cultura dell’accoglienza.
  • Supportare ed implementare la Rete Intercultura  con il Focus Group Immigrazione per il raccordo tra strutture, progetti ed azioni  proposte dalle diverse realtà  operative e associative finalizzate a promuovere dialogo e convivenza costruttiva  con i cittadini migranti.

2. Valorizzare e sostenere la famiglia

  • Progetto “Reti e comunità locale. Sinergie di territorio e supporto psico educativo in ottica preventiva” . Iniziative in rete a supporto della famiglia e della genitorialità.
  • Progetto a “A+mani”. Iniziative per  supportare la genitorialità e conciliare i tempi di vita con i tempi di lavoro dei genitori nella fascia d’età dei figli 11 mesi – 6 anni.
  • Promuovere e supportare iniziative orientate alla costituzione del Distretto della famiglia”“…inteso quale circuito economico e culturale, a base locale, all’interno del quale attori diversi per ambiti di attività e finalità operano con l’obiettivo di promuovere e valorizzare la famiglia con figli…, contribuendo  a qualificare  Primiero come un  territorio   attrattivo per le famiglie,  con un’   offerta di  servizi e opportunità  rispondenti alle aspettative delle famiglie residenti e ospiti (L.P.  2 marzo 2011 n.1  “Sistema integrato delle politiche strutturali per la promozione del benessere familiare e della  natalità”).
Copyleft 2007-2014 • Comunità di Primiero • Via Roma, 19 - 38054 Tonadico (TN) - Italia
Tel. 0439.64641 - Fax 0439.62372 • P. IVA 02146500224 • ContattiNote legaliPrivacyPosta Elettronica Certificata
Ritorna in cima