Il Centro, inaugurato il 24 aprile 2010, oltre che essere un riferimento importante a livello locale per promuovere il dialogo tra le culture, la cultura dell’accoglienza e positive relazioni di convivenza e solidarietà, è un importante nodo della Rete Interculturale collegata al centro leReti e al FOCUS GROUP IMMIGRAZIONE.

Sono attualmente in programma le seguenti proposte:

  • una giornata per colf e badanti: venendo incontro alle esigenze emerse durante l’ultimo anno d’attività, si vuole dotare il Centro di un’apertura fissa settimanale a disposizione di colf e badanti per trascorrere il proprio tempo libero, organizzare momenti di dialogo e incontro in un ambiente rilassante e familiare dove poter bere un caffè, organizzare una cena, guardare un film o leggere una rivista in lingua (a tal proposito si prevede l’istituzione di una piccola biblioteca/emeroteca plurilingue a libero uso degli utenti del Centro).
  • un pomeriggio solo per me: un momento dedicato in particolar modo alle madri con bambini. Un luogo aperto per incontrarsi e raccontarsi, scambiarsi esperienze e consigli e concedersi un po’ di tempo per sé. A tal proposito verrà offerto un servizio di baby-sitting per i figli che potranno partecipare ad attività interculturali all’interno dello spazio bambini a loro riservato.
  • uno spazio bambini: una sala appositamente pensata per i più piccoli, dove poter giocare, incontrare, creare e imparare. Un luogo stimolante dove trovare giochi di tutto il mondo, libri, favole e musica in diverse lingue. Verranno inoltre organizzate diverse attività di educazione interculturale attraverso viaggi immaginari alla scoperta delle diversità.
  • riuso per l’infanzia: per stimolare la solidarietà e il mutuo aiuto, si mette a disposizione uno spazio dove scambiare liberamente tutto ciò che concerne il mondo dell’infanzia (abiti, giochi, attrezzatura varia).
  • corsi di formazione: il Centro vorrebbe proporre alcune attività stimolanti, possibili momenti di formazione, divertimento e scambio culturale grazie al contributo di mediatori culturali o di formatori esperti. La finalità di questi momenti è duplice: da un lato offrire una proposta formativa interessante, dall’altro valorizzare competenze originali dei nostri concittadini migranti. Spesso infatti abbiamo accanto dei veri e propri scrigni di sapere che nella frenesia e nell’impegno della vita quotidiana non trovano modo di schiudersi, per questo vorremmo che il Centro diventasse anche fulcro per mettere in comune competenze e saperi.

Per essere costantemente informati sulle attività del centro è possibile iscriversi alla pagina Facebook dedicata o visitare il blog o scrivere all'indirizzo e-mail trameeterra@gmail.com.

Articolo pubblicato il 29/04/2010 , ultima modifica il 13/08/2015